“ImprEssionI”, mostra personale di Dalla Rosa in castello

01 Marzo 2015

Apre il 7 marzo la mostra personale dell’artista Flavio Dalla Rosa, con il titolo “ImprEssionI”, curata da Alain Chivilò.

Le opere saranno esposte nelle sale del Donatello e nel tunnel Longobardo, fino al 30 agosto 2015. La mostra è aperta dal mercoledì alla domenica, dalle ore 16.00.

Ingresso libero

Info: www.alainchivilo.it

“ImprEssionI” è la mostra personale dell’artista Flavio Dalla Rosa che dall’ultima parte della stagione invernale fino a estate inoltrata allieta clienti, ospiti e visitatori della struttura alberghiera sita nell’antica rocca di CastelBrando che domina Cison di Valmarino. A cura di Alain Chivilò, una trentina di lavori divisi tra figurazione, accumulazione e astrazione ravvivano le antiche volte delle Sale Donatello all’interno del corpo antico del castello. Flavio Dalla Rosa è un’artista a tutto tondo. Come in una bottega rinascimentale, il Maestro elabora e crea opere dal forte impatto visivo. Nel modo in cui la società contemporanea assimila e si evolve all’interno di una crescita collettiva, così Dalla Rosa sintetizza, personalizza e lumeggia differenti forme espressive quali la figurazione, la scultura, l’informale, lo spazialismo e la pitto-scultura. Una costante ricerca si determina dunque in molteplici impressioni creative da trasportare a livello emotivo. Le opere figurative partono dal mondo vitale della natura e da un tributo reso a personaggi storici che hanno caratterizzato, positivamente o negativamente, la storia dell’uomo. Primi piani di animali che, lungi da un improbabile iperrealismo, focalizzano un’umanità i cui occhi recitano un ruolo centrale. Accostamenti cromatici ricchi di luminosità tracciano espressioni e movenze faunistiche che si stagliano da fondi materici gocciolanti di colori. Invece, l’uomo è indagato a sua volta dall’artista dove volti, celebri e famosi, testimoniano una storiografia filtrata dal suo occhio, evidenziando un’espressione fiera sempre pronta ad uscire dalla tela per avvolgere lo spettatore. Ad ogni modo la frontiera della ricerca non è mai ferma in Flavio Dalla Rosa che esplora una nuova visione del concetto di accumulazione, cara all’artista francese Arman. Svariati elementi, anche di derivazioni diverse, si uniscono strettamente in una confusione logica creata dal Maestro al fine di evidenziare, attraverso una calibrata ironia, il nostro mondo. Ammassi per esempio di legni, monete e forme geometriche celano linguaggi attuali per usi e costumi quotidiani. Una complessa astrazione concettuale che si evidenzia anche nelle sculture. Il Dna umano, tematica che le accomuna, delinea forme che si evolvono da uno o due punti centrali della base liberandosi verso l’alto. Una doppia elica alla quale l’artista inserisce sequenze di simboli, come per esempio la numerologia e gli ingranaggi meccanici per un’industrializzazione perdurante nell’uomo. In sintesi, Flavio Dalla Rosa è un’artista di oggi che osserva ed estrapola diversità, ma anche evoluzioni del nostro agire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+39 04389761 info@castelbrando.it Cison di Valmarino (TV) Italy

Castelbrando

Contatti Prenota ora
Prenotazione online